mag
02

L’Ordine militare di Calatrava

Da

Il 1158 è una data importante per l’Ordine. In questo anno la città di Toledo, che era allora capitale della Spagna , è minacciata da un attacco imminente degli Arabi. Il re Sancio III° di Castiglia chiede ai templari di difendere la città. Essi però sono pochi. Attraverso una serrata attività diplomatica da parte del re rivolta ai vertici ecclesiastici di Spagna, l’Abate Raimondo di Fiteno riesce a mobilitare una grande massa di uomini.

In particolare l’Abate Raimondo di Fiteno riesce a coinvolgere i monaci Cistercensi e costoro riescono a reclutare circa 20.000 volontari. Ne consegue che gli Arabi, resisi conto della potenza e del numero delle forze nemiche, decidono di rinunciare alla conquista della città di Toledo.

L'emblema dell'ordine consiste in una croce greca di colore rosso acceso con quattro gigli alle estremità.

Fu così che, in seguito a questo episodio, l’Abate Raimondo di Fiteno decise di costituire l’ordine Militare di Calatrava. L’Ordine svolse per anni una encomiabile azione in difesa delle cristianità della Spagna. L’Ordine appartiene a pieno titolo tra gli Ordini militari naon avemndo mai svolto azione ospitaliera ma solo combattente. L’Ordine Militare di Calatrava verrà riconosciuto ufficialmente come Ordine militare combattente da Papa Alessandro III° con Bolla Pontificia del 1164. L’Ordine di Calatrava diventerà in pochi anni ricco e potente. Una delle caratteristiche dell’Ordine sarà quello di una fortissima disciplina al proprio interno. La gerarchia dell’Ordine comprendeva un Gran Maestro, un Gran Priore e poi Priori, Cavalierie Cappellani.