apr
22

Santa Pasqua 2011, AD – Messaggio

Da

Carissimi Fratelli,

Surrexit Christus, alleluia!

Surrexit Christus, spes nostra! Cristo, nostra speranza, è risorto e noi vogliamo essergli vicino anche in questo giorno di festa. Non a caso i Cavalieri recitano il salmo “Non Nobis Domine…”. Infatti noi non solo siamo con Cristo, ma ci battiamo per Cristo.

Sono passati duemila anni ormai dall’evento storico e noi, membri del grande popolo cristiano, ci scambiamo oggi quello lo stesso annuncio: Cristo è risorto.
“Come Cristo risuscitò da morte per la gloria del Padre, così noi camminiamo in novità di vita” scriveva Paolo (Rom. 6, 4.).  Gesù, l’agnello sacrificale è oggi agnello trionfale e trionfante. Oggi noi gioiamo perché annunciamo al mondo che Cristo ha vinto il peccato e la morte.

Questo annuncio, per noi militanti in un Ordine Equestre Cristiano, è doppiamente importante. Esso ci ricorda di operare delle modifiche nella nostra vita: alla morte sostituiamo la vita, all’odio l’amore, alle menzogne la verità, alle divisioni la pace, agli egoismi la carità, alla superbia l’umiltà, alla tracotanza l’obbedienza, alle tenebre del Malefico la Luce di Cristo.

Cristo ci ha insegnato che l’adesione a queste semplici regole comportamentali costituisce motivo di salvezza per ognuno di noi. E’ quindi necessario perseverare nella nostra militanza, nella nostra testimonianza, nella nostra lotta tra le forze della Luce.

Se il motto del VEOSPSS è “Per Xtum ad Lucem”, il motto della Paupera Militia Christi è infatti “Testis Sum Agni”; non dimentichiamolo mai : noi siamo “Testimoni dell’Agnello”.

Cari Cavalieri, perseverate nella fede in Gesù Cristo. Adoperatevi a non fare nulla che sia in contrasto col suo Vangelo; operate in modo tale da non arrecare dolore né all’interno dell’Ordine né all’esterno; operate in modo tale da non turbare le coscienze di chi vi sta intorno.

Che la letizia della Pasqua si irradi sempre dalle vostre parole e attraverso il vostro agire. Oggi, come allora, la nostra missione è di costituire assieme una forza

Messaggio S. Pasqua 2011, AD

propulsiva spirituale all’interno di un mondo sempre più arido, sordo, materialistico.

Che la vostra opera quotidiana nella vita profana, nelle vostre famiglie, nella società civile porti effetti positivi, giustizia, umiltà, serietà ed amore, tra i giovani come tra gli anziani.

Fra Diego